La Storia

Il cavallo Barockpinto ( o bonte fries, frisone pezzato) viene allevato da più di 50 anni nei Paesi Bassi. La storia iniziò quando signor Hellinga decise di offrire il suo Bonte Nico come stallone da riproduzione. Questo stallone non era stato approvato da nessuno Studbook e in quell’epoca era proibito di allevare con stalloni NON approvati. Si era arrivati al punto di confiscare lo stallone per castrarlo e, più tardi, anche per farlo abbattere. La multa per gli allevatori ammontava a 30 fiorini  ma gli allevatori non avevano problemi a pagare questa multa, dato che i puledri di Bonte Nico erano una miniera d'oro! Si vendeva un puledro frisone mediamente per 200 fiorni , mentre un puledro di Bonte Nico a minimo  1000 fiorini!

Finalmente Bonte Nico ottenne un riconoscimento ufficiale dallo Stato e da allora in poi nacquero circa 100 puledri suoi ogni anno.

Negli anni ’80 signor B. Renken  di Marssum in Frisia, usava il suo stallone Bonte Bart per l’allevamento. Questo stallone fu approvato dallo Stato, ma nessuno dei suoi puledri veniva ammesso in uno Studbook.

Fortunatamente alcuni allevatori continuarono ad allevare cavalli pezzati e adesso che abbiamo fondato il nostro Studbook, siamo in grado di registrare i puledri "frisoni pezzati". Speriamo che così si possa ricreare questa razza unica e che si  possa conservare per il futuro! 

Al momento il Barockpinto Studbook non ha ancora il riconoscimento ufficiale dall'Unione Europea in quanto non esiste ancora un numero sufficiente di cavalli iscritti. Noi continuiamo il nostro lavoro con determinazione sperando in un riconoscimento futuro.